“Petrolio, parlo solo del mio libro e di petrolio. Il mio nome non c’è nelle carte, ho le mani pulite, io”. Giancarlo Elia Valori sorride pacioso, gentile come sempre, nella Sala del Mappamondo alla Camera dei deputati dove presenta la sua ultima fatica letteraria, “Petrolio, la nuova geopolitica del potere”. Ex piduista, espulso da Licio Gelli per indegnità, a lungo è stato considerato uno degli uomini più potenti d’Italia, ben al di là delle sue reali cariche. Ora che la carica di eminenza grigia viene attribuita a Luigi Bisignani, Elia Valori si vanta soddisfatto di non figurare mai nelle intercettazioni… (Leggi l’articolo integrale)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Deputati, la munnezza siete voi”

next
Articolo Successivo

Ravetto (PDL) lascia lo studio di “Un giorno da pecora”

next