Un anno fa, il 24 febbraio 2010, nasceva “L’isola dei cassintegrati”. Un reality sui generis. Niente vip, solo un pugno di lavoratori disposti a tutto per non perdere il lavoro. Cacciati nel limbo della cassintegrazione dalla Vinyls di Porto Torres, i lavoratori decisero di occupare l’ex carcere dell’Asinara. Sono passati 365 giorni, e loro sono ancora lì. Pietro Marongiu, tra gli animatori della protesta, ci guida nella roccaforte dei cassintegrati.
Servizio di Antonello Chindemi
Vai al canale di Antonello Chindemi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giustizia, il Flash mob dei comitati anti Radio Vaticana

next
Articolo Successivo

Droghe, consumi in calo a Milano

next