/ / di

Giampiero Gramaglia Giampiero Gramaglia

Giampiero Gramaglia

Giornalista, consigliere IAI

Sono nato a Saluzzo (Cn) 1950. Sposato, due figli, giornalista dal 1972: all’ANSA per trent’anni, una vita da terzino dell’informazione più a mio agio in trasferta (corrispondente da Bruxelles, Parigi, Washington) che in casa. I giornali preferisco scriverli che leggerli: mi diverto (e mi fido) di più. Usa, Ue e Juventus le materie dove sono più forte (ma nessuno, neppure Antonio, m’ha mai fatto scrivere di sport, nel timore -infondato- di faziosità).

Blog di Giampiero Gramaglia

Mondo - 21 aprile 2017

Terrorismo: Francia, una scheda elettorale li seppellirà

Sangue sui Campi Elisi. E sangue sul voto francese, il primo turno delle elezioni presidenziali, questa domenica. Ed è subito dibattito, più da noi che in Francia, su ‘a chi giova?’, con tutto l’intreccio nostrano d’interrogativi e contraddizioni e la tentazione in agguato del complotto. C’è chi dice: gli integralisti attaccano adesso perché così favoriscono […]
Mondo - 17 aprile 2017

Turchia: un referendum che allontana l’Europa

Ancora una volta, un referendum diventa un boomerang per chi l’ha indetto. Ma all’uomo forte della Turchia, il presidente Erdogan, va meglio che al premier britannico Cameron – battuto di misura sulla Brexit – e al premier italiano Renzi – travolto sulla riforma costituzionale. Perché Erdogan il referendum lo vince, sia pure di stretta misura […]
Mondo - 7 aprile 2017

Siria, l’attacco Usa è illegale. Trump diventa sceriffo del deserto in 72 ore

I 59 missili Tomahawk lanciati poco dopo le due del mattino dai cacciatorpediniere Uss Porter e Uss Ross, in navigazione nel Mediterraneo orientale, contro la base aerea di Shayrat in Siria sono la punizione al regime del presidente al-Assad per i bambini e i civili uccisi nell’attacco chimico di martedì scorso nella provincia di Idlib, […]
Zonaeuro - 25 marzo 2017

#EU60, Roma è solo una tappa: l’Europa trattiene il fiato per i voti in Francia e Germania

Non ne avevo mai visti così tanti, anzi neppure speravo che fossero così tanti: gli europeisti, più o meno federalisti, erano ovunque ieri, 24 marzo, a Roma, da ogni Paese. Nelle sedi istituzionali e nelle piazze, nei palazzi dei convegni e nelle vie, nei centri di ricerca come l’Istituto affari internazionali (Iai) – fondato da […]
Zonaeuro - 21 marzo 2017

Trattati di Roma, i pochi europeisti si dividono sull’Unione europea

Ci risiamo. S’avvicinano le celebrazioni, sabato 25 marzo, del 60° anniversario della firma a Roma, nel 1957, nella Sala della Protomoteca, in Campidoglio, dei Trattati istitutivi delle allora Comunità economiche europee. E gli europeisti, che già sono quattro gatti, invece di unire le forze per fare sentire la loro voce si dividono disegnando sentieri dell’integrazione […]
Mondo - 16 marzo 2017

Elezioni in Olanda, un brodino per l’Europa

Per l’Unione e per l’Europa, un altro brodino che fa bene, dopo quei bocconi indigesti e pesanti della Brexit e di Trump. In Olanda non vincono gli xenofobi anti-Ue e anti-Islam di Geert Wilders, che incrementano di poco voti e seggi: sono primi i liberali ‘tiepido-europeisti’ del premier uscente, e confermato, Mark Rutte. Dopo il […]
Zonaeuro - 14 marzo 2017

#Eu60: o l’Italia vota nel 2017 come Francia e Germania o salta un giro

Parlando dal punto di vista europeo, e solo europeo, senza tenere conto di chi ha il vantaggio nei sondaggi e/o nella legge elettorale che è e che sarà, l’Italia perde un giro – europeo – se non vota quest’anno, allineandosi a Francia e Germania. Perché questo, per l’Unione europea, è un anno di transizione e […]
Zonaeuro - 27 febbraio 2017

L’Ue compie 60 anni, i Saggi della Boldrini provano a rifarle il lifting

“Rilanciare con forza il progetto europeo” e avere “il coraggio di condividere sovranità”, andando verso “un’Unione federale di Stati” che tenga conto “degli ideali dei Padri fondatori e anche delle richieste dei cittadini”: “solo così passerà la bufera” che il processo d’integrazione sta attraversando. Laura Boldrini, presidente della Camera, conferma il ruolo assunto di portabandiera […]
Mondo - 15 febbraio 2017

Corea del Nord: se l’assassino è di Stato, è donna

Se l’assassino di Stato è nord-coreano, è donna. Una tradizione, che Kim Jong-un, l’attuale giovane leader – 33 anni da poco compiuti – eredita, come il potere, dal nonno Kim Il-sung, e dal padre, Kim Jong-il. C’era ancora il patriarca, fondatore ed eroe della Repubblica popolare della Corea del Nord, quando Mayumi Hachiya, un agente […]
Mondo - 21 gennaio 2017

Donald Trump presidente, Dio benedica l’America (e tutti noi)

Ha fatto proprio il discorso che mi aspettavo facesse. E che, in qualche misura, speravo facesse. Non perché sia d’accordo con qualcosa che ha detto: neanche con una parola. Ma perché così Donald Trump non lascia spazio a chi continua a credere, o almeno a raccontare, che il Trump presidente sarà diverso dal Trump candidato: […]
Attentato Parigi, i francesi lanciano #BellesChoses su Twitter: “Cose belle” come resistenza alla paura
Wikileaks, Trump vuole arrestare il fondatore Julian Assange: “È una priorità”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×