/ / di

Centro studi Unimed Centro studi Unimed

Centro studi Unimed

Unione delle Università del Mediterraneo

Il Centro Studi UNIMED, costituito nel 2016, come sezione dell’omonima associazione sotto la direzione dell’allora Segretario Generale e fondatore dell’UNIMED, prof. Franco Rizzi, scomparso  nel febbraio 2017,  è un luogo di produzione di analisi e di approfondimenti realizzati da ricercatori e professori universitari, intellettuali e specialisti, provenienti da ambo le sponde del Mediterraneo
Il lavoro redazionale e di ricerca è realizzato da un gruppo centrale di accademici e analisti e da una rete di referenti internazionali facenti parte del network UNIMED, che consta di più di 100 Università in rappresentanza di 24 paesi della sponda Nord e Sud del Mediterraneo.
Per maggior informazioni sulle nostre attività, visita il sito www.uni-med.net.

Gli articoli pubblicati in questo blog rispecchiano soltanto le opinioni personali degli autori e non quelle dell’UNIMED.

Blog di Centro studi Unimed

Mondo - 6 maggio 2016

La libertà di stampa nel Mediterraneo e il caso Algeria

* di Luigi Manfra Nel Mediterraneo, tranne rare eccezioni, la libertà di stampa non gode di buona salute. Basta consultare le pubblicazioni annuali che Reporters sans Frontières e Freedom House hanno pubblicato di recente per verificare come la situazione peggiori di anno in anno. Nella classifica 2016 di Reporters sans Frontières l’Italia, su 180 paesi […]
Zonaeuro - 29 aprile 2016

Ue-Turchia: un accordo fragile basato sui populismi

di Federica De Giorgi* L’accordo Ue-Turchia prevede di affrontare il flusso di migranti e richiedenti asilo che viaggiano attraverso l’Egeo dalla Turchia consentendo alla Grecia di rimandare in Turchia tutti i nuovi migranti irregolari, ovvero quelli che risultano tali a decorrere dal 20 marzo. In cambio, gli stati membri si impegnano ad aumentare il reinsediamento […]
Mondo - 22 aprile 2016

Iran: l’accordo nucleare, le sanzioni e la scommessa italiana

Se si eccettuano alcuni articoli apparsi sulla stampa specializzata, il recente colloquio a New York fra il governatore della Banca Centrale iraniana Valiollah Seif e il segretario al Tesoro americano Jacob Lew non ha attirato l’attenzione dei media.  Lo scorso 16 gennaio l’implementation day aveva segnato la definitiva attuazione dell’accordo nucleare con la rimozione delle […]
Mondo - 15 aprile 2016

Panama papers, il figlio di Abu Mazen tra i nomi e la dinastia palestinese alla deriva

di Claudia De Martino * I Panama Papers hanno raggiunto e scosso anche la Palestina, con la rivelazione che tra i “nomi eccellenti” vi sarebbe anche Tareq Abbas, il figlio del Presidente palestinese Abu Mazen, originariamente eletto per 5 anni ma ormai in carica a vita. Tareq Abbas avrebbe depositato presso lo studio panamense 1 milione […]
Mondo - 7 aprile 2016

Olio tunisino, con l’importazione le aziende europee guadagneranno

di Luigi Manfra * Recentemente sui giornali, e più ancora in rete, sono apparsi numerosi commenti molto negativi in merito al provvedimento, approvato dall’Unione europea, che consente alla Tunisia di esportare in Europa 35mila tonnellate di olio d’oliva a dazio zero che si aggiungono alle 56.700 tonnellate già previste dall’accordo di associazione tra Ue e Tunisia. […]
Mondo - 1 aprile 2016

Attentati Bruxelles, dieci giorni dopo. Isis più debole in Siria e più forte in Europa?

di Marco Di Donato – Centro di ricerca Unimed Dopo i fatti di Bruxelles era doveroso provare a capire di più. Le improvvisate analisi televisive, la rincorsa allo scoop, all’immagine più cruenta per attirare lettori o spettatori, non potevano rappresentare la sola risposta. Così mi sono rivolto ad un collega, di più: un amico, che lavora […]
Zonaeuro - 25 marzo 2016

Migranti: Ue e Turchia, un matrimonio d’interesse fuori tempo massimo

di Roberto Iannuzzi * L’intesa tra Ue e Turchia per gestire l’emergenza profughi mostra già tutti i suoi limiti, a pochi giorni dalla sua entrata in vigore. L’isola greca di Lesbo, principale punto d’ingresso dei migranti in Europa, è nel caos, e il governo di Atene ha ammonito sull’impossibilità di assicurare un’immediata applicazione dell’accordo. Nelle dichiarazioni […]
Mondo - 18 marzo 2016

Israele visto dagli Usa: un Paese frammentato tenuto insieme dalla religione

di Claudia De Martino* Israele visto dagli Usa: un Paese frammentato tenuto insieme dalla religione. Un sondaggio condotto dal Pew Research Center, noto centro statistico statunitense, ha rivelato che quasi la totalità (98%) degli ebrei israeliani ritiene ancora la libertà di immigrare in Israele un diritto fondamentale degli ebrei di tutto il mondo. La stragrande maggioranza […]
Elezioni Uk, Khan conquista Londra: è il primo sindaco musulmano. Il Labour tiene in Gran Bretagna ma crolla in Scozia
Corea del Nord. 1° congresso in 36 anni del Partito dei Lavoratori: cementerà la politica di Kim Jong-un: armi e sviluppo

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×