/ / di

Fabiana Gianni Fabiana Gianni

Fabiana Gianni

Attivista per i diritti dei disabili

Fabiana Gianni, classe ’72, maturità scientifica e studi in legge. Nel 1998 attraverso la nascita di Diletta, cerebrolesa per un danno da parto, ha inizio l’approccio alla disabilità. Specificamente quella infantile. La disabilità diventa pane quotidiano. Sono tra le fondatrici del gruppo “Genitori Tosti” che si occupa degli aspetti distorti della disabilità. La missione è perseguire l’inclusione e non l’integrazione. La missione è quella di far sorridere le famiglie con figli disabili trasmettendo messaggi di allegria e non di triste e opportunista solidarietà. Le famiglie devono avere il diritto di vivere serene. Abbandona tutto il resto e si concentra solo su questo associandosi ad “Handiamo! ONLUS!”. Nel 2009 trova il coraggio di costitutire la “Fattoria didattica sociale” e cerca di raggiungere la costituzione di una associazione che ancora non esiste sulla carta ma è già certa nel cuore che si chiamerà “Diletta”. In questo luogo dovrà esistere un centro dove si possa fare tutto ciò che fuori è socialmente compromettente: ballare con le carrozzine, truccare ragazze gravemente disabili, creare abbigliamento da carrozzina che sia trendy e gradevole, organizzare feste, gite, viaggi, aiutare le madri che perdono il lavoro per seguire i figli coinvolgendole nelle attività, aiutare la famiglia con servizi di baby sitting reale e competente e tanto altro. Perché la disabilità mi ha aiutato ad essere felice e mia figlia Diletta mi ha reso madre e donna serena, equilibrata e felice. Perché ogni battaglia vinta concede a mia figlia una opportunità che ingiustamente le è stata tolta. Così, da tutte le esperienze precedenti finalmente nasce la Fondazione Villa Point che persegue tutti gli obiettivi fin qui raggiunti per vie singole. Un punto di insieme e di incontro per tendersi reciprocamente la mano nel raggiungere la meta dell’inclusione. Inclusione dettata dall’istinto. Questa è la vera metta ambiziosa.

Blog di Fabiana Gianni

Cronaca - 26 agosto 2016

Terremoto e disabili: ho paura per mia figlia Diletta

terremoto 675 Siamo ancora molto provate dalla tragedia che ha colpito il centro Italia. Nomi, volti, storie di vite umane spazzate via. E oggi capisco meglio la paura , il terrore, il limite. Alle 3.36 del 24 agosto mi trovavo in Abruzzo, in una zona non colpita dal terremoto ma dove le scosse sono state forti abbastanza da […]
Diritti - 25 giugno 2016

Disabilità, omaggio alla laurea densa di coraggio della dottoressa Sharon Bernardi

Qualche anno fa si rivolse a me una giovane diplomata di Roma e mi chiese di aiutarla perché voleva realizzare un sogno. Essere ammessa all’Istituto europeo design (Ied) di Roma attraverso l’ottenimento di una borsa di studio assegnata su concorso. Nacque l’idea di portare i temi della disabilità dentro il design. La disabilità dentro un […]
Diritti - 15 giugno 2016

Disabili, un figlio vale più di un voto

Disabili1 Di ieri la notizia di una mamma che decide di esprimere se stessa interpretando, non si sa bene come, il desiderio del proprio figlio (quattordicenne gravemente disabile) di ringraziare Torino, nella persona del sindaco Fassino, per riferiti gesti di grande attenzione verso i diritti dei disabili. Sarò polemica. E sarò consapevolmente polemica. Assolutamente non condivido questa […]
Diritti - 18 aprile 2016

Disabilità e gite scolastiche: lo schiaffo dell’inclusione che non c’è

Un ragazzino escluso dalla gita perché autistico. Un’altra alunna esclusa dalla gita fuori città perché nessuno la vuole in camera. E tantissimi altri non giunti alla cronaca sono coloro che rimangono a piedi ogni giorno perché il pullman non ha la pedana, o perché il cambio igienico non si può eseguire durante la gita per […]
Società - 24 marzo 2016

Salute, Iris Italia: un esempio da seguire

Recentemente, a causa di alcuni problemi di salute di mia figlia Diletta , ho preso atto che anche eseguire una banale ecografia può essere inaccessibile. Le difficoltà nella collaborazione, i limiti fisici che oggettivamente inibiscono, riducono e comprimono le possibilità di Diletta di essere trasferita dalla sedia a rotelle al lettino visite ; lo stesso spostamento […]
Diritti - 26 gennaio 2016

Disabili a Roma, ingiusto chiedere alle famiglie di anticipare gli stipendi agli operatori

Tantissime famiglie che dopo anni di lista d’attesa hanno ottenuto, previa verifica di tutti i requisiti, il contributo per assumere un OSS (Operatore socio sanitario) ora si trovano a dover anticipare stipendi agli operatori anche fino a tre o quattro mesi. Gli operatori assunti si occupano di tutta una serie di mansioni indispensabili alla vita […]
Diritti - 17 dicembre 2015

Disabili: storia di Chiara, educatrice con il cuore

Un giorno ho conosciuto Chiara Gelfo. A volte una conoscenza casuale porta esempi positivi nella nostra quotidianità. Lo scorso anno la mia seconda figlia ha iniziato la scuola media. Eravamo tantissimi fuori il cancello, ma tra tutti mi ha colpito uno sguardo. Era di una mamma lì accanto a me. Conversava con altri genitori, ma qualcosa mi […]
Scuola - 12 dicembre 2015

Assistenza specialistica a Roma: cosa accadrà a gennaio 2016?

A volte mi sembra di dover giocare con una sfera di cristallo per tentare di leggere il futuro. Un futuro che, quando si parla di disabilità, è sempre molto incerto. Verso la fine di ottobre le prime vocine timide arrivano alle mie orecchie: “E’ vero che a fine dicembre scadono i bandi per l’assistenza specialistica e non si […]
Scuola - 24 novembre 2015

Studenti: occupazioni, ci risiamo. E dei disabili che restano a casa chi se ne importa

Come ogni anno si ripete inesorabile lo scimmiottamento all’intelligenza umana. Si decide un bel periodo di vacanza per tutti e quindi ci si arma di maleducazione, aggressività, un bel paniere di balle, e dopo aver finito di distruggere quel poco che rimane della scuola pubblica nell’ultimo trimestre… si occupa. Non rimane nulla dell’ideologia, non interessa […]
Diritti - 20 ottobre 2015

Tanti auguri Diletta

Tanti auguri Diletta. Ore 9.26 del 20 ottobre 1998. Ero ricoverata da sei giorni. Al mattino prestissimo i dolori si fecero fortissimi. E sei arrivata tu. Un tornado nella mia e nella nostra vita. Avevo 26 anni. Sposata da un anno. Carica di sogni e di emozioni nuove. Diventavo mamma. Tante piccole frasi che 17 anni […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×