Salta, per la seconda volta consecutiva, il concorso per 40 posti da infermiere indetto dal Policlinico Umberto I. Questa volta, però, l’annuncio ai 1.750 candidati è arrivato ad appena due ore dall’inizio ufficiale della prova, che si sarebbe dovuta svolgere oggi alle 16 all’ hotel Ergife di Roma. Non sono mancate proteste fuori dalla struttura dove sono arrivati autobus da ogni parte d’Italia, con ragazzi pronti a sostenere la prova scritta. “Qui è un caos, siamo molto arrabbiati. Ci hanno spiegato la situazione e ci hanno detto di andare via”, dice una candidata. “Siamo stufi, è irreale quello che sta succedendo – racconta Marco -. Qui ci sono persone che sono arrivate dall‘Inghilterra, altre da Barcellona dov’erano in vacanza, altre ancora dalla Sardegna. Siamo molto arrabbiati”. Disagi alla circolazione nel quadrante ovest della città. Sul posto sono interventi gli agenti del Gruppo Aurelio della Polizia Locale che hanno chiesto l’intervento delle forze dell’ordine per motivi di ordine pubblico. La sospensione è scattata dopo la decisione presa oggi del Consiglio di Stato di accogliere il ricorso di alcuni candidati presentato su presunte anomalie nella fase delle preselezioni. I magistrati amministrativi hanno disposto “che la data di svolgimento della prova scritta sia successiva a quella in cui si terrà la discussione collegiale in Camera di Consiglio, fissata al 27 luglio 2017”. Già la prova scritta del 14 aprile era stata sospesa con soli due giorni di preavviso.