Genova ha una tradizione, per cui certe idee fasciste e razziste non sono accettabili”. Lo ha detto il sindaco Marco Doria, parlando del raduno internazionale dei leader dei movimenti di ultradestra europei, in programma l’11 febbraio a Genova. “Sono già in contatto – ha aggiunto – con l’Anpi e con tutte le organizzazioni democratiche per concordare le risposte adeguate, democratiche ma ferme”. Sulla manifestazione neofascista era intervenuto anche il presidente della regione, Giovanni Toti, a margine del consiglio regionale. “Idee contestabili- aveva commentato – ma le istituzioni intervengono solo se si violano le leggi”.