Genova ha una tradizione, per cui certe idee fasciste e razziste non sono accettabili”. Lo ha detto il sindaco Marco Doria, parlando del raduno internazionale dei leader dei movimenti di ultradestra europei, in programma l’11 febbraio a Genova. “Sono già in contatto – ha aggiunto – con l’Anpi e con tutte le organizzazioni democratiche per concordare le risposte adeguate, democratiche ma ferme”. Sulla manifestazione neofascista era intervenuto anche il presidente della regione, Giovanni Toti, a margine del consiglio regionale. “Idee contestabili- aveva commentato – ma le istituzioni intervengono solo se si violano le leggi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Massimo D’Alema, le domande che vorremmo fargli

next
Articolo Successivo

Caro Matteo Renzi, dispiace assistere al tuo suicidio politico. Salvati!

next