E’ su una carrozzina dal 2000. Una passione per il motocross lo ha portato a vincere tre Europei classe 250 e un titolo italiano. Ma 17 anni fa, Efrem Morelli, 37enne di Cremona, in procinto di passare alla Honda con la possibilità di correre per il Mondiale, ebbe un grave incidente durante una gara. “Una stupidata, una svista. Non un errore”. Quindi il buio della diagnosi che non lascia scampo: frattura scomposta alla colonna vertebrale. Due lunghi interventi e la riabilitazione. La perdita dell’uso delle gambe e il mondo che gli crolla addosso. Fino alla voglia di ricominciare e tornare a vivere. “Rivolevo la mia autonomia”. E ci è riuscito grazie al nuoto che gli ha regalato tante soddisfazioni: 30 titoli italiani, l’oro europeo (con record nei 50 rana) e l’oro mondiale. Ha preso parte a tre Paralimpiadi e ha vinto il bronzo nei 100 rana a Rio de Janeiro. “In ottobre si va in Messico per il Mondiale, ma intanto voglio godermi la vita”.

Twitter: @bacchettasimone