La Nuova Zelanda, colpita da una fortissima scossa di terremoto, si trova nella cintura (anello) di fuoco. Si tratta di una vasta porzione di territorio dalla forma di ferro di cavallo lunga 40mila chilometri e situata ai margini dell’oceano Pacifico.

Viene detta “cintura di fuoco” perché è caratterizzata dall’elevata presenza di vulcani ed è ad altissimo rischio sismico. Questa fascia ospita il 75% dei vulcani della Terra e qui avviene il 90% dei terremoti tra cui i 10 terremoti più devastanti della storia del nostro pianeta, tra cui quello del Cile del 1960, quando fu registrato il sisma più potente mai registrato nella storia con una magnitudo 9.5.

Secondo gli scienziati l’oceano Pacifico si sta progressivamente restringendo a causa del movimento delle placche continentali: la placca oceanica sprofonda sotto le placche dei continenti America e Asia e quantità di magma risalgono verso la superficie. Nella cintura di fuoco ci sono anche la Polinesia, le Filippine, l’Indonesia, il Giappone e molte fosse oceaniche.