Un 20enne sostenitore di Donald Trump si è “armato di ventose” e ha scalato la Trump Tower nel centro di Manhattan, a New York. Il giovane, originario della Virginia, è stato raggiunto e bloccato dalla polizia al 21° piano dell’edificio (il palazzo ne ha 68) quartier generale della campagna elettorale del candidato repubblicano. La polizia ha spiegato in conferenza stampa che il 20enne non voleva fare del male a nessuno: il suo obiettivo era quello di ottenere un incontro con Trump. Il sostenitore del tycoon è stato sottoposto a valutazione psichiatrica ed è stato ricoverato. Prima di compiere il gesto aveva postato su Youtube un video nel quale spiegava le sue motivazioni.