Ci sono 28 personalità che stanno cambiando l’Europa a 28. Tra queste c’è anche il ministro italiano per le Riforme Maria Elena Boschi, inserita in questa squadra di “influenti” dalla testata Politico.eu, versione europa del magazine americano. La Boschi è il personaggio scelto per l’Italia, insomma: è stata inserita da Renzi in un ruolo “cruciale” e “ha mostrato che la giovane età non è incompatibile con il successo politico”: alcuni la vedono già “destinata a posizioni anche più elevate”. Il riferimento, continua il giornale, è al “Boschi bill”, che dovrebbe dare “più stabilità alla democrazia italiana”. Una corrente di pensiero non nuova fuori dai confini italiani. Si ricorda per esempio un pezzo di un mese e mezzo fa pubblicato dall’Economist che 28 politico.eusottolineava come i media si siano concentrati più sulla sua giovinezza e bellezza che sul suo talento politico, un approccio che “potrebbe cambiare”, scriveva il giornale britannico dopo l’approvazione al Senato delle riforme istituzionali. Tra i 28 personaggi raccolti da Politico ci sono tra gli altri il presidente dei Ciudadanos in Spagna Albert Rivera, la pop-star belga Stromae, il premier di destra dell’Ungheria Viktor Orban (a prescindere che uno lo ami o lo odi, precisa Politico), l’ex ministro dell’Economia della Danimarca e attuale commissario europeo Margrethe Vestager, la leader del partito indipendentista scozzese Nicola Sturgeon, i cittadini tedeschi che hanno accolto i rifugiati e il primo ministro in Baviera Horst Seehofer, la drag queen e attivista per i diritti gay irlandese Rory O’Neill (conosciuta come Panti Bliss), Thomas Wieser (Austria) presidente del comitato europeo di economia e finanza (e viene definito come “l’uomo che può salvare l’euro”).