Da qualche ora, l’Italia è entrata nel club del paesi che possono godere del nuovo modo di intendere la tv incarnato da Netflix. La piattaforma che offre serie tv e film in streaming è sbarcata anche da noi, colmando un gap che ci faceva sentire emarginati rispetto agli altri grandi mercati televisivi mondiali. Per molti, Netflix è una rivoluzione. Probabilmente sarà così anche alle nostre latitudini, anche se in Italia bisogna fare i conti con una rete Internet non certo efficiente in ogni angolo dello Stivale. Ma tant’è, Netflix Italia è realtà e la sfida alle tv generaliste e a Sky è lanciata e fa paura.

Ecco cosa fare per sentirsi parte della rivoluzione (e per godersi alcune tra le serie tv più acclamate del globo). Innanzitutto, il primo mese è gratuito, perché i volponi di Netflix vogliono ingolosirci come si deve per poi farci pagare dal secondo mese in poi. E le tariffe non sono poi così proibitive, visto che gli abbonamenti mensili variano da 7,99 euro (niente HD, un solo dispositivo utilizzabile) a 11,99 euro (UltraHD, quattro dispositivi), con l’offerta standard da 9,99 euro in FullHD e con due dispositivi utilizzabili. Si paga con carta di credito, ma anche con un account PayPal, e per la disdetta, incredibile per gli standard italiani, non sarà necessario inviare raccomandate, scaricare moduli, chiamare il servizio clienti, affidarsi alla Madonna del Divino Amore. Basterà andare sul sito, cliccare un semplicissimo pulsante e il gioco è fatto. Bye bye Netflix.

I dispositivi utili alla visione di Orange is the new black, Sense8 o Jessica Jones, sono tantissimi: Smart Tv, Pc, Mac, tablet, smartphone, e persino console di gioco come Playstation 4, Xbox One e Wii U. Altra funzione interessante, che di primo acchito può sembrare una forma di invasione della nostra privacy ma che in realtà non lo è, è la richiesta di Netflix dei nomi di chi utilizzerà il servizio. È una semplice necessità di profilare i gusti di ognuno, per suggerirci le cose più adatte alle nostre inclinazioni.

I contenuti, perché la forza di Netflix sono proprio quelli, sono da addio alla vita sociale, da chiuse di ore sul divano. Si va da  Narcos (che racconta le vicende di Pablo Escobar), a Orange is the new black e Marco Polo, passando per Sense8, la splendida serie dei fratelli Wachowski, e Jessica Jones, nuovo prodotto targato Marvel in rampa di lancio. E poi, per il futuro, Suburra in collaborazione con la Rai e, tra le altre cose, il revival di Gilmore Girls (in Italia noto con il titolo sciagiurata di Una mamma per amica).

La rivoluzione è appena iniziata. E per la prima volta della storia, potremo farla comodamente seduti in poltrona.