Tre punti percentuali in meno in un mese. Il Partito democratico perde un punto rispetto alla scorsa settimana: la discesa dei democratici, secondo quanto emerge dalla rilevazione dell’Istituto Piepoli per l’agenzia ANSA, continua da giorni: il calo, in quattro settimane, è ormai del 3%. Il Movimento 5 Stelle invece guadagna lo 0,5 per cento, restando ancora distanziata di 8 punti dal partito di Renzi. Punti quasi interamente guadagnati dal movimento di Beppe Grillo: la crescita, nello stesso periodo, è stata del 3,5%. Forza Italia resta al palo, con l’11%, mentre la Lega di Salvini resta stabile in terza posizione con il 16,5%.

Questo il quadro complessivo delle intenzioni di voto (tra parentesi la variazione percentuale rispetto alla settimana precedente): – Pd 32,5% (-1,0). – Sel 3,5% ( = ). – Altri centrosinistra 1,0% ( = ). – Fi 11,0% ( = ). – Ncd-Udc 2,5% ( = ). – Fdi-An 4,0% ( = ). – Lega Nord 16,5% ( = ). – Altri centrodestra 0,5% ( = ). – M5s 24,5% (+0,5). – Altri partiti 4,0% (+0,5).

Il sondaggio presentato è stato eseguito il 13 Luglio 2015 per l’agenzia ANSA con metodologia mista CATI – CAWI, su un campione di 500 casi rappresentativo della popolazione italiana maschi e femmine dai 18 anni in su, segmentato per sesso, età, grandi ripartizioni geografiche e ampiezza centri proporzionalmente all’universo della popolazione italiana.