Cinque su nove. E questa volta davanti al pubblico di casa, al termine di una gara altamente spettacolare come non se ne vedevano da un po’ in Formula Uno. La costante, in tutto ciò, è solo una: la vittoria di Lewis Hamilton, in testa alla classifica del mondiale piloti, alla 38esima vittoria in carriera e al terzo successo a Silverstone dopo quelli del 2008 e 2014 (come lui hanno fatto Niki Lauda e Michael Schumacher). Alle sue spalle il compagno di scuderia Nico Rosberg e la Ferrari di Sebastian Vettel. Giù dal podio le Williams di Felipe Massa e Valtteri Bottas, sesta la Red Bull di Daniil Kvyat, settima la Force India di Nico Hulkenberg, ottava la Ferrari di Kimi Raikkonen.

Particolarmente importante il terzo posto del ferrarista Vettel, capace di terminare la corsa avanti alle Williams, protagoniste di una grande gara fino a quando non è arrivata la pioggia che le ha penalizzate e scompaginato la griglia d’arrivo. Completano la top ten Sergio Perez (nono sulla Sauber) e Fernando Alonso, che conquista così il suo primo punto con la McLaren. Con la vittoria odierna, il campione inglese ha consolidato il primato nella classifica generale con 17 punti di vantaggio sul compagno di squadra Nico Rosberg.

Arrivabene esalta Vettel e critica Raikkonen – “Siamo soddisfatti per Vettel che ha chiesto di entrare nel momento giusto e ha fatto una prestazione perfetta. Ma dobbiamo essere onesti, senza pioggia il gap sarebbe stato molto molto diverso”. Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, ha commentato così ai microfoni di Sky il podio ritrovato grazie al terzo posto di Vettel. “Andiamo avanti con umiltà, perché abbiamo ottenuto un podio grazie a un grande pilota e ad una ottima strategia” ha aggiunto. Poi la critica a Kimi Raikkonen, solo ottavo: “E’ il pilota che deve giudicare la macchina, Kimi ha anticipato il cambio ed è finita così”. “Il pit stop anticipato? Si, ho deciso di entrare perché era molto bagnato” ha detto il pilota finlandese della Rossa, secondo cui “oggi era difficile superare le macchine davanti, erano troppo veloci in rettilineo. Ma la macchina era buona, ho deciso di entrare ma poi ha smesso e ho anticipato di qualche giro”.

Hamilton: “Gara esaltante, scelta giusta nel pit stop” – “Sono molto grato ai tifosi per il loro sostegno, non avrei potuta farcela senza di loro. Grazie mille” ha detto Lewis Hamilton. Sulle difficoltà in partenza, il campione inglese interrogato dal fantino Frank Dettori ha detto: “Ho avuto una bassa aderenza, lo stesso è capitato a Nico, ma questo ha resto la gara più emozionante. Abbiamo spinto ed è stato entusiasmante anche per i fan. Per la prima volta ho fatto la scelta perfetta con il pit stop, sono molto contento”. Infine ancora raggiante, Hamilton ha concluso: “Sono davvero esaltato, qui c’è anche mia madre. Ho tenuto duro negli ultimi giri e spero di continuare così anche per il campionato”.