In Veneto trionfo del “purosangue trevigiano Groom de Zazà”, distaccatissima la vicentina Fan Gillette. In Campania “lo sceriffo salernitano” batte sul filo del rasoio Chaud’Or mentre in Liguria la genovese Fan Patè (sostenuta dal leader Fan Faron ma “ripudiata da un bel pezzo della scuderia Fan Idole”) ha la meglio su Varien (“originario della Toscana”). E al conclave campano vince l’arcivescovo di Salerno. Stop ai sondaggi elettorali, via libera a quelli su fantomatiche “corse ippiche” e “consultazioni ecclesiali”. Il divieto alla diffusione dei sondaggi ufficiali scattato lo scorso 15 maggio non impedisce a alcuni siti web di aggirare l’ostacolo e pubblicare rilevazioni “mascherate” relative a inesistenti competizioni. La sfida per le elezioni regionali del prossimo 31 maggio si trasforma perciò su SeiTreZero.it in “gran prix ippici” o su Youtrend.it in consultazioni per determinare “i nuovi equilibri della Chiesa in ben 7 regioni d’Italia”. Un’iniziativa già sperimentata nel 2014 con le elezioni europee o l’anno precedente con le politiche. Rivive perciò la sfida tra il leader nazionale Fan Faron (“chiaccherone”) alla guida della scuderia Fan Idole, il fantino Burlesque originario di Arcore del team Varenne, il “simpatico fantino genovese Igor Cricket”, il siciliano Ipson de Scipion e il leghista Groom de Tombin.

Campania: “La spunta lo sceriffo salernitano Fan Sherif”
Per decretare il vincitore – si legge su Seitrezero lo scorso 22 maggio – sono serviti “moviola” e “fotofinish”. A spuntarla però alla fine è stato “lo sceriffo salernitano” Fan Sherif (“azzoppato” dal “giudice Severin“) che vince con 37”. Chaud’Or (sostenuto da Varenne e dal “siciliano Ipson de Scipion”) è distaccato di un soffio: 36,5”. Al terzo posto il pentastellato Igor Carambà con 21”. Al conclave campano vince l’arcivescovo di Salerno “Eccoci alle prime, gustosissime indiscrezioni sulla tornata di consultazioni ecclesiali che domenica 31 maggio – e solo in quella giornata! – determineranno i nuovi equilibri della Chiesa in ben 7 regioni d’Italia” si legge invece sul sito www.youtrend.it. Al “conclave regionale” della Campania ha la meglio (“con un totale che va dai 39 ai 43 porporati”) “l’energico arcivescovo di Salerno“. Non peserebbero dunque le polemiche “su una sua eventuale sospensione a divinis in caso di elezione”. “L’attuale capo dell’amministrazione episcopale regionale” vanterebbe invece un consenso tra i 36 e i 40 vescovi”.

Liguria, la spunta “il purosangue genovese Fan Patè”
Nel Grand prix della Liguria la spunta in 30” netti “il purosangue genovese” Fan Patè (“per lei stravede Fan Faron”) “ripudiato da un bel pezzo della scuderia Fan Idole“. Dietro di lei con 28” Varien, “cavallo spuntato all’ultimo e un po’ a sorpresa”: “originario della Toscana” e cimentatosi qualche mese fa “al Gran Prix d’Europa“. Medaglia di bronzo invece per Igor Saveaur (20”) “spinto dal simpatico fantino genovese Igor Cricket“. “La scissione della scuderia Idole” non porta bene a Petit Berger (sostenuto dal General Chinois “già a capo del sindacato ippico qualche anno fa”) che arriva al quarto posto (“13 secondi”).

Puglia, stravince “l’ex dominatore del Gp di Bari”
In Puglia ha la meglio con 43” netti “l’ex dominatore del GP di Bari” Fan Arc-en-ciel. Dietro di lui (20”) il “puledro scissionista” Médicienne sur épais, “sostenuto dagli ormai-ex Varenne”. Al terzo posto invece “il pentastellato Igor Efféminé (19″)”. Poles Baroque, cavallo ufficiale della scuderia guidata da Burlesque e ex vincitore del Gp di Lecce, fa invece registrare 16”.

Veneto, trionfo del purosangue trevigiano Groom de Zazà. Distaccatissima la vicentina Fan Gillette
Al Gp del Veneto “1200 scommettitori e 58% di paganti”. A vincere con 48” netti è il purosangue trevigiano Groom de Zazà (“già vincitore del Grand Prix del Veneto 5 anni fa” e “amico del fantino nazionale Groom de Tombin”). Il cavallo vicentino Fan Gillette (“in passato aiutante dell’ex capo della scuderia Pier le Smacchiateur“) chiude invece con 29” davanti al “neo-centrale” veronese Ipson de Pruneau (11″), “vincitore dell’ultimo Gran Prix dell’Arena”. Il pentastellato Igor Oriette si ferma invece a 9”. I numeri delle principali scuderie in gara? La “verde Groom de Bootz” si ferma a 15″ contro i 18″ della scuderia personale di Groom de Zazà. Malgrado il fantino Fan Faron abbia “iniziato a rimborsare il prezzo dei biglietti agli spettatori più anziani” Fan Idole strappa 25″.

Marche, Umbria e Toscana: favoriti Fan Bougie, Fan du Mer e Fan Rouge
A breve sono previste anche le prime corse per i Grand Prix di Marche, Umbria e Toscana. Nelle Marche la spunterà probabilmente Fan Bougie “della scuderia del chiaccherone Fan Faron” che così “si toglierà la soddisfazione di aver battuto il campione uscente“. Al secondo posto dovrebbe invece piazzarsi Scissienne, “cavallo che prima stava con Fan Idole e oggi corre tranquillamente per Varenne e Ipson Populaire“. In Umbria si avvia verso il bis la detentrice del titolo Fan du Mer che dovrà vedersela con Bouclè. In Toscana, terra natia di Fan Faron, vincerà probabilmente facile il detentore del titolo Fan Rouge.