Milano ha dato il benvenuto ufficiale a Expo 2015, con la voce di Andrea Bocelli in piazza Duomo. Un’accoglienza all’esposizione e ai suoi partecipanti sulle note del brano “La forza del sorriso”, scritto su musiche di Andrea Morricone e interpretato insieme al coro e all’orchestra della Scala. “Ho voluto scrivere versi che invitino la gente a sorridere”, ha spiegato alla vigilia del concerto il tenore.

L’evento di piazza Duomo è presentato da Paolo Bonolis e Antonella Clerici, entrambi “Ambassador” di Expo 2015 insieme ad Andrea Bocelli. Sul palco sono presenti il pianista Lang Lang, il soprano Diana Damrau, il tenore Francesco Meli, il baritono Simone Piazzola e il soprano Maria Luigia Borsi. Durante la serata verrà mostrato in anteprima, dal sito Expo, l’Albero della vita ideato da Marco Balich, opera simbolo della manifestazione.

A inizio evento alcuni spettatori hanno protestato per lo spazio limitato di posti a sedere e perché la voce di Paolo Bonolis era difficilmente udibile da lontano. “Quando ci sarà la musica sentirete”, ha rassicurato il presentatore.

Piazza Duomo è gremita di vip, attori, amministratori delegati e politici. Tanti gli uomini dello sport, tra cui Marcello Lippi, Adriano Galliani, Gianni Malagò e il calciatore brasiliano Hernanes. In platea anche Paolo Scaroni, Marco Patuano, Pietro Scott Jovane e Luciano Fontana. Tra gli ospiti illustri Letizia Moratti, ex sindaco di Milano, e il presidente di Expo, Diana Bracco. Il premier Matteo Renzi non è invece presente alla serata con la sua famiglia. Sono circa tremila gli ospiti del concerto, ma altrettante migliaia di persone assistono oltre le transenne, in una piazza gremita.

L’impegno di Bocelli a Milano non si conclude in piazza Duomo, ma continuerà con la partecipazione a Expo attraverso la Fondazione Andrea Bocelli, nata per aiutare le persone in difficoltà a causa di malattie, condizioni di povertà ed emarginazione sociale.