“Siamo al limite, è ora di fare le cose seriamente”. A dirlo è Pierluigi Bersani e il messaggio è destinato al presidente del Consiglio e segretario del Pd Matteo Renzi. L’ex leader democratico torna sulla riunione dei parlamentari convocata per venerdì dal capo del governo. “I gruppi li convocano i capogruppo, stabiliscono gli odg e invitano il segretario”, fa notare Bersani. E’ una questione di regole e di bon ton, quella sollevata da Bersani, ma che riflette le tensioni interne al Partito democratico anche di queste ore. “Non c’entra il Pd, non c’entrano i bersaniani o i renziani – aggiunge – c’entra il tema di come concepiamo la democrazia e il rapporto tra governo e Parlamento. Non ci siamo proprio, è ora di fare le cose seriamente, stiamo arrivando al limite”.

Nel confronto fissato per venerdì nella sede del partito, al largo del Nazareno, ci sono all’ordine del giorno vari temi: la riforma della Rai (che già ha provocato più di uno scontro in questi giorni), quelle della scuola e del fisco, ma anche questioni in materia ambientale. “Siamo al limite – insiste Bersani – perché si danno cinque minuti per parlare di fisco, cinque per l’ambiente… ma scherziamo? Io chiedo una discussione ordinata, la convocazione dei gruppi parlamentari. Una cosa seria si fa così”.