/ /

Renault Kadjar, ecco la sorella maggiore della Captur – Fotogallery

di | 2 febbraio 2015
Renault Kadjar, ecco la sorella maggiore della Captur – Fotogallery
Auto & moto

Kadjar, una parola che bisogna imparare a pronunciare. Ma all'alleanza Renault-Nissan i nomi strani portano bene, se è vero che la cugina Qashqai è diventata uno dei modelli più venduti nel suo segmento. Qashqai con cui, fra l'altro, la nuova Kadjar condivide la piattaforma, pur essendo più grande (4,45 metri di lunghezza contro 4,38), per un totale del 30% dei componenti. Il design del nuovo modello ricorda quello della Clio e della Captur: vista dal vivo, alla presentazione di Parigi, la Kadjar sembra davvero una "grande Clio". Forme morbide, spalle muscolose, linee marcate sul muso, inserti neri per snellire la fiancata, una grande losanga: tratti che finora hanno portato molta fortuna alle piccole Renault. Motori e prezzi della Kadjar sono ancora top secret, quello che si sa ora, in attesa della presentazione al Salone di Ginevra di inizio marzo, è che il modello sarà prodotto in Spagna, a Valencia, e dal 2016 anche in Cina per il mercato locale. E poi che la nuova Suv Renault sarà disponibile con trazione anteriore, trazione anteriore migliorata dal sistema “Extended Grip”, oppure trazione integrale. La Kadjar non è la sostituta della Koleos, ci tengono a precisare dalla Renault, perché a quello penserà un futuro modello più grande.

Ferrari 488 GTB, la nuova belva stradale da 670 CV – Fotogallery

»
Articolo Successivo

Ford GT e Honda NSX, il ritorno delle supercar “proletarie”

«
Articolo Precedente

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×