Scuole chiuse giovedì 6 novembre a causa dal maltempo, dalla Toscana alla Sicilia. E anche a Roma il prefetto ha deciso che gli istituti, in città come in provincia, non saranno aperti. La decisione è stata presa a seguito dell’allerta prevista nelle prossime ore. E lo stesso provvedimento è stato preso nel comune di Fiumicino.

Toscana – Non solo Pietrasanta, ma anche gli altri Comuni della Versilia hanno deciso la chiusura delle scuole a causa dell’allerta meteo prorogata in Toscana fino a venerdì 7 novembre. Con un messaggio telefonico l’ufficio della Protezione civile del comune di Seravezza ha annunciato che domani, e salvo comunicazioni diverse, le scuole nel comune rimarranno chiuse giovedì e venerdì. Nel comune di Stazzema e Forte dei Marmi per il momento è solo prevista la chiusura giovedì. Chiuse le scuole anche a Massarosa per domani, mentre al momento nessuna decisione è stata presa per Camaiore e Viareggio dove, comunque, è già allertata la Protezione civile. Anche il sindaco di Carrara, Andrea Zubbani, ha firmato due ordinanze per la chiusura delle scuole e per vietare l’uso a fini alimentari dell’acqua dell’acquedotto, visto che il gestore ha rilevato “fenomeni di intorbidimento delle sorgenti che servono il Comune di Carrara”.

Lazio – La protezione civile ha diramato l’avviso di codice rosso per il 6 novembre a Roma e provincia a causa del maltempo. A rischio soprattutto i quartieri sud, sud-ovest e nord di Roma per probabili forti temporali e allagamenti. Il prefetto di Roma ha convocato il Ccs (Centro Coordinamento Soccorsi) con Roma Capitale, Regione Lazio e tutti gli enti coinvolti, stabilendo per il 6 novembre, la chiusura di tutte le scuole di Roma e provincia, di ogni ordine e grado. Il Campidoglio (assessorato Mobilità) ha deciso di disattivare i varchi della zona a traffico limitato del centro storico per agevolare il transito dei veicoli; consigliando peraltro ai romani di limitare gli spostamenti allo stretto necessario. Attività didattica sospesa anche nelle università di Roma Tre e della Sapienza. Istituti d’istruzione chiusi anche a Viterbo.

Sicilia – Anche a Catania le scuole rimarranno chiuse a scopo precauzionale a causa dell’allerta meteo, con codice rosso, diffusa dalla Protezione civile con il bollettino delle 17. Lo ha deciso il sindaco Enzo Bianco dopo una consultazione con gli esperti della Protezione civile. “Sono previsti – afferma una nota del Comune – rovesci di forte intensità, raffiche di vento e burrasca. Secondo le previsioni le piogge sul territorio si intensificheranno nella seconda parte della giornata. Maltempo anche nel corso della notte e nella mattinata successiva”. Chiusa fino a venerdì 7 anche l’università di Catania. Anche ad Acireale e Riposto, in provincia, le scuole resteranno chiuse. Oggi dalle 12.30 alle 16.15 l’A18 Catania-Messina, in entrambe le direzioni, è rimasta chiusa all’altezza dello svincolo di Giarre per una profonda pozzanghera che si era formata sulla sede stradale a causa della forte pioggia.

Calabria – Anche il sindaco di Crotone, Peppino Vallone, ha deciso che le scuole di ogni ordine e grado rimarranno chiuse a causa delle avverse condizioni meteorologiche. “Raccomando a tutti – ha affermato Vallone – la massima attenzione e collaborazione in considerazione delle avverse condizioni meteorologiche che si potranno registrare domani. Mi rivolgo ai giovani che hanno sempre dimostrato maturità e collaborazione in questi casi. Ragazzi, prudenza”.