Via libera della Camera al decreto legge Sblocca Italia, con 278 voti favorevoli, 161 voti contrari e 7 astenuti. Il provvedimento passa ora al Senato per la seconda lettura. Poco prima della votazione finale a Montecitorio la seduta è stata sospesa per alcuni minuti perché dalla tribuna è stato srotolato uno striscione con su scritto “no trivellazioni”. I deputati del M5s, che definiscono inaccettabile il testo che contiene misure per lo sblocco di opere pubbliche e cantieri, si sono alzati per applaudire e hanno poi esposto cartelli con una croce. Il presidente di turno, Roberto Giachetti, li ha subito fatti rimuovere.