Ogni volta che il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, rilascia dichiarazioni ai media, riesce sempre a far discutere. Non si è smentito nemmeno ai microfoni di Rai Sport, alla domanda relativa all’addio di Massimo Moratti dall’Inter: “Io gliel’ho detto a Moratti: caccia via quel filippino“, ha risposto riferendosi all’attuale presidente Erick Thohir.

Il patron doriano confida di avere un buon rapporto con l’ex presidente nerazzurro e di avere grande stima di lui: “L’addio di Moratti? Credo sia un grande uomo, ho avuto modo di conoscerlo al telefono. Lo sento ogni tanto, mi sembra ingiusto che sia stato trattato così. Ha dato tanto al calcio italiano”. Una dimostrazione di stima che, presto, sfocia nell’esternazione scherzosa quanto provocatoria del presidente blucerchiato: “Io gliel’ho detto a Moratti: caccia via quel filippino…”. Poi cerca di smorzare la sue dichiarazioni: “Gli voglio bene a Thohir ma non mi deve toccare a Moratti”. In serata, poi, arriveranno le scuse di Ferrero: “Non volevo mancare di rispetto al signor Thohir, ai dirigenti dell’Inter e alla gente delle Filippine alla quale da sempre mi legano rapporti bellissimi”.

Una sparata, quella di Ferrero, che arriva dopo l’ennesimo risultato positivo della squadra guidata da Sinisa Mihajlovic che, nell’anticipo di sabato, è riuscita a strappare un pari in casa contro la Roma. Il presidente della Samp inizia la sua intervista proprio commentando la buona prestazione dei suoi: “Ieri abbiamo avuto tre occasioni e loro due. Io dico che quando si scende in campo la partita te la giochi. La Roma è una grande squadra, con la Juve fanno un campionato a parte ma la vedo favorita tutta la vita”. Poi la dichiarazione d’amore verso il suo allenatore, Sinisa Mihajlovic: “Quando sei fidanzato con una bellssima donna tutti la desiderano, per adesso il mister è mio e me lo tengo stretto. Se poi in futuro deciderà di andare se ne riparlerà, ma lui è un grande uomo, una persona seria e sono sicuro che pensa solo alla Samp”.

Durante il collegamento c’è spazio anche per un siparietto con l’allenatore del Genoa, Gian Piero Gasperini, che gli ha detto di voler rimanere alle calcagna dei “cugini” per poi superarli in classifica: “Ha da coce sto riso – ha ribattuto il patron blucerchiato – Vi state allargando. Il Chievo lo abbiamo battuto anche noi, era regalato”.