Roberto Fico, presidente della commissione di vigilanza Rai, attacca la scelta di nominare Massimo Giannini nuovo conduttore di Ballarò. A 4 giorni dall’esordio della nuova stagione del programma, il deputato del Movimento 5 Stelle solleva la polemica dalle pagine del blog di Beppe Grillo: “Una scelta inaccettabile – scrive – Questa operazione costerà all’azienda 1 milione di euro“.

Il deputato lamenta il fatto che in Rai sono sotto contratto ben 1700 giornalisti ben pagati che potevano, a suo dire, svolgere il ruolo di conduttore egregiamente. “Con questa scelta – si legge – l’azienda ammette implicitamente che su 1700 giornalisti non ne esista uno in grado di condurre la trasmissione. Non era meglio avviare una procedura di selezione interna?”.

L’aspetto più criticato da Fico è la spesa derivante dall’investimento sulla figura dell’ex vicedirettore di La Repubblica. La spesa di questa operazione, sostiene, si aggirerebbe intorno al milione di euro, soldi che, in periodo di tagli alle spese, potevano servire per valorizzare giovani giornalisti interni. “Si sarebbe risparmiato – continua il presidente della Vigilanza – con un’operazione praticamente a costo zero. Giannini, invece, porterà collaboratori esterni che dovranno essere retribuiti, mentre un professionista Rai avrebbe potuto formare una squadra interna”. E aggiunge: “Abbiamo perso l’occasione di trasmettere un segnale di cambiamento”. Uno sfogo che riscalda il clima già teso intorno al talk show che, dopo esser stato guidato per 12 anni da Giovanni Floris, si trova di fronte a un nuovo esame.

Il post di Fico provoca la reazione di Michele Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza Rai e deputato del Partito democratico, che accusa il 5 Stelle di non aver manifestato alcun dissenso in commissione e di aver, così, usato il blog di Grillo come mezzo di comunicazione privilegiato. “Fico non ha mai sollevato questo problema nelle sedi opportune – ha commentato. Non c’è alcuna interrogazione o convocazione a firma M5S contraria alla scelta di Giannini. Fico presiede la commissione di vigilanza Rai, ma usa il blog di Beppe Grillo per parlare dell’azienda. Per lui conta più il sito del suo leader del servizio pubblico“.

Intanto, la questione Ballarò ha sollevato anche le proteste di molte redazioni di Tg e Gr. Molti giornalisti, infatti, stanno protestando per i continui tagli alla programmazione e ai budget destinati ai programmi, con il talk show di Giannini che, invece, può usufruire di fondi più consistenti.