L’ex ministro Giulio Tremonti, imputato per finanziamento illecito di un deputato, ha patteggiato oggi la pena e il giudice monocratico lo ha condannato a quattro mesi di reclusione, che sono stati tramutati in una pena pecuniaria di 30mila euro, nonchè a una multa di 10mila euro.

Al centro della vicenda processuale i lavori di ristrutturazione non pagati da Tremonti dell’appartamento abitato da lui in via di Campo Marzio. L’immobile la cui ristrutturazione era costata 60mila euro era stato affittato dall’ex deputato del Pdl Marco Milanese nel 2010 al canone di 8.500 euro al mese. Una parte dell’affitto veniva pagato da Tremonti che l’aveva abitato fino all’estate 2011. La ristruttuazione era stata fatta dall’imprenditore Angelo Proietti mentre l’abitazione era stata presa in affitto dal Pio sodalizio dei Piceni. Il procedimento era stato avviato a Napoli ma poi trasferito a Roma per competenza. La pena inflitta oggi era stata concordata dall’ex ministro con il pubblico ministero Paolo Ielo. La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico di Roma Elena Scozzarella.