Justin Bieber arrestato per guida in stato di ebbrezza e guida illegale dalla polizia di Miami Beach, in Florida. Il dipartimento di polizia ha confermato la notizia con un post su Twitter: il cantante 19enne è finito in manette questa mattina dopo aver ingaggiato, con una Lamborghini presa in affitto, una corsa di velocità contro una Ferrari rossa. non solo. Perché il giovane Bieber è stato accusato anche di resistenza al momento dell’arresto e di uso di marijuana.

Bieber sarà condotto nel carcere della contea di Miami-Dade. A fermarlo il sergente Bobby Hernandez che questa mattina ha contestato a Bieber due reati: guida in stato di ebbrezza e corsa automobilistica illegale. Per la legge vigente in Florida, la prima volta che una persona viene fermata per guida sotto effetto di sostanze la pena è di un massimo di sei mesi, una multa tra i 250 e i 500 dollari e 50 ore di servizi sociali. Sotto i 21 anni scatta la sospensione automatica della patente per sei mesi. Invece per il reato di corsa automobilistica illegale si prospetta una condanna fino a sei mesi e una multa da 500 a 1000 dollari, più un anno di sospensione della patente. 

Gli agenti di polizia hanno visto due auto sportive gareggiare intorno alle 4 di questa mattina (ora locale), in una strada di Miami Beach. Bieber era a bordo di una Lamborghini gialla ed è risultato positivo all’alcoltest. L’altra vettura, coinvolta nella corsa, era una Ferrari color rosso e anche il conducente, il cantante r&b Khalil è stato arrestato.

Il sergente Bobby Hernandez, parlando al sito di news ‘Wsvn’, ha raccontato che altri due veicoli sono stati usati per bloccare il traffico in un’area di Miami ed effettuare la gara.