Sarebbero otto, e non tre, i milioni di euro versati per far cadere il governo Prodi. La “rivelazione”, fatta da Valter Lavitola al giornalista spagnolo Joan Boladeres, andrà in onda stasera nel corso della trasmissione “Piazzapulita” di La7. L’ex parlamentare Idv Sergio De Gregorio ha patteggiato la pena, mentre gli altri due protagonisti della vicenda, Berlusconi e Lavitola, saranno processati a Napoli a partire dal prossimo 11 febbraio. Cuore del processo il versamento dell’ex presidente del Consiglio di 3 milioni di euro a De Gregorio perché cambiasse schieramento e contribuisse a determinare la crisi del governo Prodi dopo le elezioni del 2006. Gli inquirenti dovranno quindi stabilire a chi andarono gli altri cinque. 

Boladeres ha incontrato e raccolto le parole di Lavitola (tornato in carcere per aver evaso gli arresti domiciliari) durante la sua permanenza in casa. Il colloquio è stato poi riferito dettagliatamente dal cronista ai magistrati di Napoli. Secondo il memoriale che Boladeres ha consegnato agli inquirenti, Lavitola ha continuato a gestire i propri affari malgrado gli arresti domiciliari. Al giornalista spagnolo avrebbe raccontato un elemento inedito: “Pagammo 8 milioni per buttare fuori Mortadella”.