Vladimir Putin candidato a Nobel per la pace, in particolare per il suo ruolo nella crisi siriana. La notizia è stata ventilata da quando Usa e Russia hanno raggiunto l’accordo sulle armi chimiche siriane a metà settembre. Svolta, questa, considerata dai media russi come un successo diplomatico del titolare del Cremlino. Ora è ufficiale. La lettera che candida Putin è stata inviata al Comitato per il Nobel il 16 settembre.

A promuovere l’iniziativa, però, non sono intellettuali o luminari di statura internazionale. La missiva inviata al Comitato norvegese è stata firmata dall’oscura Accademia internazionale dell’unità spirituale e della cooperazione tra nazioni del mondo. Però per la candidatura si è fatto avanti un testimonial del calibro di Iosif Kobzon, deputato del partito di Putin “Russia Unita” e icona musicale dell’epoca sovietica, anche lui tra i firmatari della lettera. Anche se su Kobzon ricade qualche ombra sospetta, dopo che gli Usa gli hanno revocato il visto per presunti legami con ambienti mafiosi

“Mi sento offeso dal fatto che Barack Obama, che ha iniziato e approvato aggressioni come quelle commesse in Iraq e in Afghanistan, abbia ricevuto questo premio, mentre il nostro Vladimir Putin no”, ha detto il cantante soprannominato dai media il “Frank Sinatra russo” per la sua voce potente. Il presidente non è stato consultato prima di dare il via all’iniziativa, ma “non la commenterebbe per la sua modestia“, ha detto Kobzon. “Putin ha fatto tutti gli sforzi per garantire una soluzione pacifica del conflitto siriano. Usando il suo esempio personale, ha dimostrato il suo impegno per la pace nei fatti, non solo a parole”, ha sostenuto anche Beslan Kobakhiya, vicepresidente dell’Accademia che ha candidato il titolare del Cremlino. L’Accademia, però, non ha chiesto sostegno all’ex presidente dell’Urss, Mikhail Gorbaciov, premio Nobel per la pace nel 1990. “La sua posizione è contraria alla nostra”, ha detto Kobakhiya. 

Per i promotori dell’iniziativa, Putin è senz’altro la persona dell’anno 2013, ma se gli dovesse essere assegnato il Nobel, avverrebbe solo nel 2014. Visto che la presentazione delle candidature per l’anno in corso è stata già chiusa.