Non sarà la grande crociera del 2000, con cui il Cavaliere cominciò la trionfale campagna elettorale per le Europee, ma per Azzurri 94, l’associazione di berluscones incalliti, la mini-crociera di sabato sulle coste alto adriatiche, 200 militanti previsti sulla tratta da Rimini a Gabicce, ha un sapore particolare: “Salpiamo alla volta di Forza Italia”, spiega a ilfattoquotidiano.it l’ex consigliere regionale Rodolfo Ridolfi. “Per noi tutto questo ha un solo significato: leviamo le ancore, la zavorra della forma di partito e torniamo a questo grande movimento liberal-democratico che Berlusconi ha messo in campo 19 anni fa. E se i comunisti fanno la grande marcia, noi invece siamo liberi nell’azzurro del mare”. Il momento topico della traversata sarà la telefonata del capogruppo Renato Brunetta all’ora di pranzo. Per il resto ci sarà spazio per dibattiti, escursioni, pranzo abbondante, in attesa di capire che cosa farà il loro capo Silvio Berlusconi, che sarà alle prese in quelle ore con la sua possibile decadenza da parlamentare e con la scelta di staccare la spina al governo.  

Un primo natante, per 150-200 posti sarebbe già pieno. Costo a persona 30 euro. “Tutto è auto-finanziato come vogliono lo spirito e i principi di Forza Italia, contraria a ogni forma di finanziamento pubblico” spiega Ridolfi. La giornata in barca sarà scandita da molti eventi: partenza dal porto di Rimini alle 8 del mattino, prima tappa a Cervia alle 9 circa, poi giù sotto costa fino a Pesaro. Alle 10 intanto ci sarà l’aperitivo di benvenuto a bordo. Poi sarà la volta del dibattito politico con la possibilità di firmare anche per i referendum radicali sottoscritti nei giorni scorsi anche dall’ex premier. Il pranzo – oltre alla telefonata di Brunetta – comprende un primo, la grigliata e il pesce fritto. Poi vino, birra a volontà e caffè. Nel pomeriggio ci sarà l’escursione alla Baia degli Angeli e a Gabicce un incontro con i berlusconiani delle Marche. Poi intorno alle 18 il rientro in Romagna.  

Nei giorni scorsi assicura Ridolfi, è arrivata anche la lettera di ringraziamento di Silvio Berlusconi in persona che di crociere se ne intende. Oltre a quella del 2000, un anno fa partecipò infatti come ospite speciale a quella organizzata da il Giornale, che sponsorizzava il viaggio inaugurale di una mastodontica Msc proprio con la presenza dell’ex presidente del Consiglio. “Senza di lui in Italia non c’è centrodestra”, spiega Ridolfi, che è stato consigliere politico di Brunetta quando quest’ultimo era ministro della Funzione pubblica. Per questo motivo, secondo l’organizzatore della mini-crociera c’è bisogno di iniziative di rilancio del marchio Forza Italia come questa: “L’associazione Azzurri 94 è nata nel novembre del 2012, quando tutti dicevano che Berlusconi era bollito. Adesso siamo oltre mille in Emilia Romagna, Toscana e in altre parti d’Italia e abbiamo già fatto cinque convention”. 

Brunetta sabato ci sarà solo via telefono, mentre non è ancora chiaro chi arriverà tra gli invitati più in vista del circolo berlusconiano, considerando anche i giorni caldi sul fronte romano: Denis Verdini, Sandro Bondi, Daniela Santanchè, Michaela Biancofiore, qualcuno di questi potrebbe fare una sorpresa. Gli Azzurri 94 ci sperano anche se altri nomi importanti del Pdl hanno già dato la loro adesione: l’ex ministro Anna Maria Bernini, il senatore Massimo Palmizio, il deputato Sergio Pizzolante, l’ex parlamentare Antonino Foti, i consiglieri regionali Gianguido Bazzoni, Luca Bartolini, Marco Lombardi, Andrea Pollastri, Alberto Vecchi, Fabio Filippi Cinzia Camorali, Stefania Fuscagni e persino il giornalista sportivo Marino Bartoletti.