Angelino Alfano, Renato Brunetta, Corrado Passera, Enrico Letta, Mario Monti e Gianroberto Casaleggio. Il presidente della Casaleggio Associati e cofondatore del Movimento 5 Stelle, parteciperà alla 39esima edizione del Forum Ambrosetti dal 6 all’8 settembre a Villa d’Este a Cernobbio (Como). Nella lista dei relatori all’esclusivo incontro compare anche l’imprenditore. L’appuntamento noto a livello internazionale riunisce capi di Stato e di governo, rappresentanti delle istituzioni europee, manager e premi Nobel.

I nomi sono quelli delle migliori occasioni: politica seduta al tavolo con l’economia per parlare di futuro e creare contatti. Tra i rappresentanti del governo delle larghe intese: Maria Chiara Carrozza, Beatrice Lorenzin, Anna Maria Cancellieri, Enrico Giovannini, Gaetano Quagliarello e Fabrizio Saccomanni. Dall’estero arriverà l’ex primo ministro spagnolo José María Aznar, il senatore dell’Arizona John McCain e l’ex presidente della Banca Mondiale Robert B. Zoellick. Senza dimenticare Paolo Scaroni, amministratore delegato Eni o i giornalisti Ferruccio De Bortoli e Gianni Riotta.

Mentre a Roma senatori e deputati a 5 Stelle si ritrovano dopo le vacanze estive e cercano di risolvere le problematiche interne, Casaleggio conferma la sua partecipazione a quello che viene conosciuto come il ritrovo dell’establishment del Paese. E se c’è chi lo racconta con la faccia scura a guardare la diretta in streaming dei suoi impegnati a discutere, il fondatore a 5 Stelle a Cernobbio andrà a parlare di politica e new media e di come cambiare il modo di partecipare usando la rete. 

Economia, geopolitica e crescita, i temi che verranno affrontati nel corso della tre giorni. Sedute a porte chiuse e partecipazione su richiesta. Venerdì 6 settembre si parlerà di economia in rapida crescita e nuovi equilibri politici ed economici;  tecnologie e innovazione come motori per la crescita e rischi geopolitici per la Siria. Sabato sarà invece dedicato allo stato dell’Europa e alle politiche per la crisi. Domenica 8 settembre spazio all’Italia e al ruolo dei new media nelle gestioni politiche. Chiude il forum l’intervento del primo ministro Enrico Letta.