Usa l’ironia, ma il colpo va a segno. L’ex presidente del Consiglio Mario Monti mette nel mirino Silvio Berlusconi e sulla possibilità di una restituzione dell’Imu pagata nel 2012 spiega: “In materia fiscale non c’è larghezza di mezzi oggi in Italia e su questo aveva avuto una grande intuizione in campagna elettorale il presidente Berlusconi quando addirittura voleva rimborsare l’Imu pagata nel 2012 e aveva detto: sapete che cosa? Se lo Stato non ha abbastanza soldi ce li metto io personalmente. Questa possibilità è ancora aperta”.

A Unomattina il leader di Scelta Civica racconta di aver suggerito al suo successore Enrico Letta di “preparare un contratto di coalizione per regolare la vita di questa coalizione, perché la gente parla di mesi o di settimane, il Parlamento è stato eletto per cinque anni, non c’è ragione al mondo perché dobbiamo autolimitarci”. Ma sembra dare una sponda anche al Movimento Cinque Stelle“Quello che dicono i grillini lo condivido largamente – dice il Professore – I grillini hanno ragione nel sottolineare molte carenza della politica, non hanno ragione quando individuano i costi della politica nei costi degli apparati che sono grandi e devono essere ridotti, ma il vero costo della politica è il non decidere o prendere le decisione sbagliate. Ho la stessa critica dei grillini nei confronti della partitocrazia tuttora regnante in Italia. Ho però soluzioni completamente diverse da quelle dei grillini”.