Equitalia e Agenzia delle Entrate arrendetevi siete circondati!”. E ancora rivolto ai dipendenti degli enti: “Hai ricevuto questo messaggio perchè alcuni cittadini ci hanno fornito informazioni, fatti e prove su di te che denunciano i tuoi abusi ed i tuoi crimini. Noi ti stiamo monitorando e presto agiremo contro di te. Ti apriremo come una scatoletta!”. Il testo è di un messaggio circolato in rete in una mail inviata dall’indirizzo mailing_liste@beppegrillo.it lunedì 4 marzo dopo le 21. Oggetto: “Roma 2013 Update: Equitalia e Agenzia delle Entrate arrendetevi siete circondati”. L’Agenzia delle Entrate ha allertato gli inquirenti, e in un comunicato stampa ha parlato di “un falso indirizzo associato in modo fraudolento al movimento cinque stelle” e di un “attacco da parte di ignoti”.

La mail dai toni intimidatori minaccia anche i dipendenti dei due istituti e chiede ai cittadini di interpretare “questo messaggio come chiamata a reagire contro questi feudatari vigliacchi” e invita a inoltrarlo “a tutti quei cittadini onesti che stanno subendo le torture di Equitalia”. Non solo: si invitano i cittadini a raccogliere “fatti e circostanze come: email, intercettazioni telefoniche, fotografie, indirizzi, riprese video ed audio ed inviale al Movimento Cinque Stelle. Noi stiamo raccogliendo un enorme archivio e presto ti daremo la giustizia che meriti. E sarà una giustizia diretta!”. Su Twitter gli utenti rilanciano la notizia della mail e chiedono al Movimento 5 Stelle di smentire ufficialmente qualsiasi coinvolgimento.