I messaggi privati di Facebook pubblicati per errore sulle bacheche degli utenti. Il peggiore incubo di tutti sembra così essere realizzato con l’ultima barriera della privacy infranta sul social network di Zuckerberg. A segnalarlo questo pomeriggio verso le 14.30 è stato il giornale Metro France, poi ripreso da Le Monde. Entrambe le redazioni nel corso del pomeriggio, hanno cercato di contattare la squadra tecnica di Facebook per cercare di risolvere il problema. Il bug è comparso sui profili degli utenti che sono passati al diario, la cosiddetta “timeline” e riguarda i messaggi privati tra il 2007 e il 2009 che appaiono così pubblicati sulla bacheca insieme ai messaggi pubblici.

Il problema non riguarda tutti, ma sono tante le segnalazioni che sono arrivate nel corso del pomeriggio tra gli iscritti alla piattaforma. E se alcuni possono sentirsi risparmiati dall’umiliazione della pubblica piazza, sono pochi quelli che possono tirare un sospiro di sollievo. Infatti, se i propri messaggi privati non appaiono sulla bacheca, c’è il rischio che le conversazioni non pubbliche appaiano sui “muri” di altri. E in attesa di un intervento tempestivo da parte dello staff, due sono le soluzioni proposte. La prima: ripercorrere gli anni interessati nel diario (grazie alla linea cronologica sulla destra) e controllare il riquadro dove compare la scritta “X amici hanno scritto sul tuo diario”. Si potrà verificare se si sono mischiati insieme messaggi pubblici e privati. Il passo successivo è quello di cliccare il pulsante a destra rappresentato dal disegno di una matita e scegliere l’opzione “rimuovi dal diario”.

L’altra soluzione segnalata al sito di Le Monde è quella di cliccare in alto a destra, nell’opzione “Impostazioni sulla privacy”, poi su “Diario e aggiunta di tag”. A quel punto è sufficiente che solo il titolare del profilo possa vedere cosa pubblicano gli altri contatti sul diario e i post sui quali si viene taggati. Il problema segnalato già da alcune ore dai giornali francesi sta facendo il giro della rete, causando numerose preoccupazioni in utenti che se si erano ormai abituati a dividere e avere in comune tutta la bacheca pubblica, ancora facevano affidamento sulla privacy di messaggi privati e chat. Facebook ha dichiarato a Le Monde che il problema verrà affrontato al più presto. Nella speranza che, nel frattempo, le centinaia di messaggi resi pubblici non creino troppa confusione. “Non ci importa niente”, commenta un lettore sul sito di Metro France, “lo sappiamo che qui ormai tutto è pubblico”. Un’affermazione che ha sollecitato centinaia di lettori a cancellare messaggi e conversazioni che, forse, non proprio tutti potevano vedere.