E’ la giornata degli emiliani. In attesa del carpigiano Gregorio Paltrinieri, in gara stasera nei 1500 sl, ci pensa la ventenne Jessica Rossi da Crevalcore a vincere una medaglia d’oro a Londra 2012. Partita dal tiro a volo Molinella, è approdata, come atleta delle Fiamme Oro, a tre mondiali, quattro europei, due coppe del mondo, la prima a soli 16 anni, e ora all’oro olimpico.

Dopo l’en plein, 75/75, nella fase di qualificazione nella finale, ecco il record mondiale nella finale che le ha dato l’oro:  99 centri su 100. Quattro mesi fa, al campionato europeo femminile, dov’era salita sul secondo gradino del podio, la Rossi aveva dedicato ai terremotati la sua medaglia. Lo stesso ha fatto appena dopo aver ascoltato l’Inno di Mameli tra le campagne londinesi. Proprio ieri i genitori di Jessica erano tornatia Crevalcore, nel container in cui vivono da due mesi vicini alla casa di famiglia lesionata dal sisma.

Raggiante sul podio, vestita con una tuta scura, la Rossi ha cantato a voce alta tutto l’inno italiano. Tra le sei finaliste, infine, anche una vicina di casa: la 26enne Alessandra Perilli, quarto posto finale, che spara per San Marino.