Rosa Stagnitti, concorrente della quinta edizione Grande Fratello, è indagata per favoreggiamento aggravato ‘dalle modalità mafiose’ nei confronti di presunti affiliati alla cosca Pesce di Rosarno. La donna lo ha scoperto oggi, quando si è presentata in aula, davanti al tribunale di Palmi, per deporre nel processo al clan, chiamata dalla difesa di Antonino “testuni” Pesce, ritenuto il capo dell’associazione. Non appena si è seduta sul banco dei testimoni, il pm della Dda di Reggio Calabria, Alessandra Cerreti, ha informato il tribunale che la donna è iscritta nel registro degli indagati. Il presidente ha quindi nominato un avvocato d’ufficio ed ha informato Rosa Stagnitti che essendo indagata in procedimento connesso poteva avvalersi della facoltà di non rispondere. Cosa che la donna ha fatto dopo un breve consulto con il legale. La donna, che gestisce un’attività commerciale a Taurianova (Reggio Calabria), aveva partecipato al reality di Canale 5 insieme al marito, Alfio Dessì.