Non c’è pace per il settore del mercato dell’auto. La crisi morde tutti i consumi e così si registra l’ottavo calo consecutivo a maggio nel settore in Europa. Secondo quanto comunicato dall’Acea, l’associazione dei produttori di vetture di cui è presidente l’ad di Fiat Sergio Marchionne, le auto nei 27 Paesi Ue più quelli Efta (Islanda, Liechtenstein e Norvegia, ndr) il mese scorso sono state immatricolate 1.150.434 nuove vetture, in flessione dell’8,4% rispetto a 1.255.681 segnato un anno fa. Ad aprile il mercato era sceso del 6,5% . Nei primi cinque mesi dell’anno le immatricolazioni hanno ceduto il 7,3%, attestandosi a 5.641.371 contro i 6.084.990 dello stesso periodo del 2011.

Un mercato in sofferenza che penalizza il gruppo torinese. Le vendite di Fiat Group Automobiles in Europa (Ue a 27 +Efra) infatti calano del 12,1% a maggio a 82.501 unità rispetto a un anno fa. La quota di mercato del gruppo si attesta al 7,2% in Europa a maggio dal 7,1% di aprile, al 5,4% di marzo e dal 7,5% dello stesso periodo di un anno fa. A maggio sono stati immatricolate nell’Europa dei 27 più le nazioni aderenti all’Efta 82.500 vetture, per una quota del 7,2 per cento (era del 7,1 per cento ad aprile). Ancora in forte crescita la Jeep, che aumenta le registrazioni del 31,7 per cento nel mese e del 46,8 per cento nell’anno. Positiva anche Lancia, che cresce dell’1,1 per cento sia nel mese sia nel progressivo annuo. Panda e 500 ancora una volta le vetture più vendute del segmento A, con una quota complessiva del 30,5 per cento. 

Nel progressivo annuo del 2012 le immatricolazioni del Gruppo Fiat sono quasi 376 mila e la quota è al 6,7 per cento. In un mese sostanzialmente negativo per quasi tutti i Paesi europei, va segnalato il risultato ottenuto dal Gruppo Fiat nel Regno Unito, dove cresce più del mercato. Infatti in un mercato che aumenta del 7,9 per cento, il marchi del Gruppo crescono del 15,3 per cento. A maggio il marchio Fiat immatricola in Europa 60.500 vetture e ottiene una quota del 5,3 per cento, in crescita rispetto ad aprile quando le registrazioni erano state 54.500 e la quota del 5,1 per cento. Nei primi cinque mesi dell’anno le immatricolazioni del brand sono oltre 269 mila e la quota è del 4,8 per cento. Nel Regno Unito  in maggio le vendite sono aumentate del 30,5 per cento rispetto allo stesso mese del 2011 e la quota è del 2,6 per cento rispetto al 2,1 per cento di un anno fa. Nonostante il calo complessivo del mercato, che penalizza soprattutto il segmento delle city car dove Fiat è particolarmente forte, Panda e 500 si confermano ancora una volta le vetture più amate. Sono più di 19 mila le Panda immatricolate a maggio per una quota del 17,5 per cento del segmento. La 500, con oltre 14 mila vendite e il 12,9 per cento di quota è  la seconda auto più venduta nel segmento A. E così in apertura di seduta a piazza Affari Fiat segna +2,08% in avvio di seduta a 3,538 euro per azione. Il comparto automobilistico segna complessivamente un rialzo dell’1,60%.

Molto bene Freemont (tra le top ten del suo segmento e in forte crescita) così come la Punto, anch’essa tra le auto più vendute del segmento B. Le Lancia/Chrysler immatricolate in maggio sono quasi 9.800, l’1,1 per cento in piu’ rispetto allo stesso mese del 2011, per una quota stabile allo 0,8 per cento. Oltre 46 mila le vetture registrate dal brand nel progressivo annuo, anche in questo caso in crescita dell’1,1 per cento e con una quota stabile allo 0,8 per cento. Molto positivi i risultati di Lancia/Chrysler in Germania (dove i volumi di vendita crescono del 118,1 per cento in maggio e del 69,3 per cento nel progressivo annuo), in Francia (+126,9 per cento le immatricolazioni nel mese e +105,7 per cento nell’anno) e nel Regno Unito: qui le registrazioni aumentano del 618,9 per cento in maggio e del 398 per cento nel progressivo annuo. Lancia Ypsilon si conferma il modello di punta del marchio e in maggio aumenta i volumi di vendita del 29,1 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Sono oltre 9 mila le Alfa Romeo immatricolate in maggio per una quota dello 0,8 per cento. Più di 45 mila le vetture immatricolate nei primi cinque mesi del 2012: anche in questo caso la quota è dello 0,8 per cento. Buoni risultati arrivano per il marchio dalla Giulietta, che in maggio si è confermata la vettura del segmento C più venduta in Italia.

In Germania Jeep aumenta le immatricolazioni del 102,5 per cento in maggio e del 116,7 nell’anno. In Francia il marchio registra un +46,7 per cento dei volumi a maggio e +37,5 nel progressivo annuo. Il Grand Cherokee, ammiraglia e modello di punta del brand, prosegue la sua crescita costante: in maggio aumenta le vendite in Europa del 504,4 per cento e del 305,8 per cento nel progressivo annuo. I marchi di lusso del Gruppo Fiat Ferrari e Maserati immatricolano complessivamente 416 vetture a maggio e 2.144 nell’anno.