La crisi dell’Eurozona ha un impatto negativo anche sull’economia Usa e, insieme ad altri fattori, rende “più difficile” il compito di “gettare le fondamenta per un’economia costruita per durare. Parola del presidente degli Stati Uniti Barack Obama durante la sua visita a Golden Valley, nel Minnesota, dove ha commentato i dati negativi sull’occupazione a maggio resi noti oggi. In riferimento alla crisi dell’Eurozona e alle ripercussioni che questa ha sulla situazione negli Stati Uniti, Obama ha affermato che “c’è molto lavoro da fare per arrivare dove è necessario arrivare”.

”Non possiamo avere il controllo di tutto ciò che avviene in altri parti del mondo, come i problemi in Medio Oriente e quello che sta accadendo in Europa – ha detto Obama – La nostra economia sta comunque continuando a crescere, così come l’occupazione, anche se non così velocemente come vorremmo. C’è ancora molto lavoro da fare”.