Sabina Began negli studi di Sky t24

“Il paese affonda, le borse vanno a picco, le imprese chiedono di salvare l’Italia, le famiglie non arrivano a fine mese ma l’agenda di Berlusconi stamattina consentiva un incontro di un’ora e mezza a palazzo Grazioli con Sabina Began”. La sintesi della giornata è del Partito democratico. E stamani infatti nella residenza romana del premier è arrivata l’ormai famosa ‘Ape regina’ delle notti di riposo del Cavaliere. Indagata nell’ambito delle indagini della Procura di Bari per sfruttamento della prostituzione nel caso Tarantini, Began ha raggiunto palazzo Grazioli poco prima di mezzogiorno ed è uscita dopo oltre un’ora e mezza.

La notizia è stata battuta dall’Ansa, quando un cronista dell’agenzia di stampa ha registrato l’ingresso e atteso l’uscita della Began. Una visita probabilmente gradita al premier ma di certo da tenere nascosta. Così la segreteria di Palazzo Grazioli tenta di limitare i danni negando che ci sia stato un incontro con una nota. “Questa mattina la Signora Sabina Began si è presentata presso la Segreteria di Palazzo Grazioli per consegnare un libro destinato al Presidente Silvio Berlusconi in occasione del suo prossimo compleanno. Ha atteso per oltre un’ora che il Presidente terminasse i suoi incontri per salutarlo, cosa che peraltro non si è potuta verificare perché il Presidente era impegnato in importanti riunioni”, si legge nel comunicato della segreteria del Cavaliere. Eppure l’unico incontro registrato del premier oggi è stato quello con Bruno Vespa. Che “a lungo si intrattiene con il premier prendendo appunti per il prossimo libro”, scrivono le agenzie. Poi è arrivata l’Ape Regina.