Terrazza con piscina, resort a 5 stelle,  camere riservate vista mare. Volo charter Alitalia. Sarà come dice la deputata Paola Binettiun viaggio dal forte impatto emotivo, l’occasione per creare tra colleghi una rete di rapporti spirituali”, ma è pur sempre un Onorevole pellegrinaggio super lusso quello in programma dal 4 al 9 settembre a Gerusalemme e Giordania. E se la prima edizione (2009) organizzata in Siria aveva richiamato un centinaio di iscritti (tra deputati, senatori e famiglie) l’anno scorso per il sacro tour in Russia il numero è quasi raddoppiato. Rimangono ancora sconosciute le cifre per la nuova partenza, che però dovrà fare i conti con la ripresa dei lavori in aula anticipata, dalla Conferenza dei capigruppo della Camera, al 6 settembre (il 7 riprende il Senato).

Tornando alle spese della casta pellegrina in Terra Santa le quote sono: 2 mila e 200 euro per i sei giorni in camera doppia e 2 mila e 600 nel caso in cui cui si scelga l’opzione camera singola. Il tema che accompagnerà la riflessione spirituale dei parlamentari porterà il titolo: “Alla scoperta della pretesa cristiana”. L’anno scorso era stato “Il dialogo tra le religioni”, mentre nel 2009 “Potere e servizio”.
L’Onorevole comitiva, come da programma, si ritroverà domenica 4 settembre alle 7 a Roma Fiumicino. Decollo alle 10 con volo charter Alitalia Telaviv-Gerusalemme. A bordo è prevista la preghiera di apertura del pellegrinaggio; arrivo previsto intorno al le 15; alle 17.30 visita panoramica di Gerusalemme con relativa ascesa al Monte degli ulivi. Ore 19 celebrazione della santa Messa. A seguire il trasferimento al primo dei modesti alloggi: Hotel Dan Jerusalem 5 stelle. Poi il tradizionale drink di benvenuto.
È una tabella di marcia piuttosto serrata. Tra visite guidate, trasferimenti, celebrazioni e cene di gala.
L’Onorevole pellegrinaggio è di destra e di sinistra.

Vi hanno partecipato un po’ tutti: dal democratico Matteo Colaninno al ministro Carlo Giovanardi, dal vicepresidente della Camera Maurizio Lupi (promotore dell’iniziativa) alla responsabile delle donne del Pdl Barbara Saltamartini in una passata edizione ha partecipato anche il presidente del Senato Renato Schifani. Sulla via di Damasco (2010), tra gli altri, vennero folgorati anche il ministro Angelino Alfano, il sottosegretario Stefano Saglia e per la prima volta Margherita Boniver, oltre a rappresentanti dell’opposizione come Livia turco, Enzo Carra e Paola Binetti. Il pellegrinaggio prevede la via Crucis lungo la “Via Dolorosa”.

Dopo Gerusalemme, tappa a Betlemme, Sheikh Hussein, mar Morto, poi a seguire l’arrivo a Jerash, Madaba e Kerak con visita del castello dei Crociati. Giovedì 8 settembre, giornata mariana. Gli Onorevoli viaggianti saranno a Petra. Pranzo, rientro in hotel e altra cena di gala. All’indomani ritorno a Roma non prima però della celebrazione eucaristica, ma soprattutto del trasferimento “a bordo di comode jeep 4×4 alla scoperta del mitico de serto di Lawrence d’Arabia”. L’accattivante programma parla di
occasione per ammirare un paesaggio straordinario e unico, caratterizzato da formazioni rocciose che svettano sulla pianura di sabbia dalle particolari sfumature rosse. Chissà quali sfumature troveranno, i parlamentari, al loro rientro in Italia.

Il Fatto Quotidiano, 4 agosto 2011
Aggiornato alle ore 14.00