“Formigli non faceva giornalismo ma pura provocazione e una volta su dieci uno non ha voglia di essere provocato, questa è la verità. E’ possibile, lo ammetto, che lo abbia allontanato pestandogli un callo ma gli ho chiesto immediatamente scusa, ci sono le registrazioni e lo ridico adesso”. Così il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, sollecitato da Fabio Fazio nella trasmissione Che tempo che fa torna sul litigio avuto con il giornalista di Annozero, Corrado Formigli, domenica scorsa durante la manifestazione organizzata da Giuliano Ferrara al teatro Dal Verme di Milano.

A introdurre l’argomento Formigli-La Russa c’è stato un divertente siparietto tra lo steso ministro della Difesa e Fabio Fazio. “Non ho mai fatto cenno a quella vicenda – ha detto La Russa – lo faccio con lei perché mi è simpatico”. E Fazio sorridendo ha risposto: “Anche perché signor ministro sono protetto da questa scrivania e quindi sicuramente non può succedermi nulla di male”. Tornando al battibecco con Formigli, il ministro ha aggiunto: “Quando lui mi è venuto da dietro con le ginocchia, non ho mai detto che stesse dando delle pedate, mi spingeva ed è possibile che lo abbia allontanato pestandogli un callo. Ma fare un dramma per uno che fa il provocatore invece del giornalista, cosa che fa bene magari molte altre volte ma non in quella occasione, mi sembra un’esagerazione. Ma non gliene voglio, anzi mi rivolgo a lui. Formigli quando vuoi potrai intervistarmi”. La conclusione è di Fabio Fazio: “Certo ministro – ha detto il conduttore – ma purché si metta davanti”.

In realtà nel video si sente chiaramente il ministro accusare Formigli di averlo colpito (guarda il video). Il giornalista è stato poi insultato anche fuori dal teatro (guarda il video), dove è stato accompagnato dalle forze dell’ordine su richiesta di La Russa.