/ TAG / Cervelli in Fuga Regno Unito

“In Inghilterra faccio il saldatore: sono precario e licenziabile da un giorno all’altro. Ma qui il posto fisso non è un dogma”

Digital manager dall’India a Londra. “Ho rivoluzionato la mia vita. L’Italia mi manca e continuo a investirci”

“Dopo quattro anni da expat sono tornato in Italia: vivere all’estero fa soffrire di solitudine”

Manager a Londra. “Non avrei mai pensato di vivere qui. Ecco perché noi, italiani all’estero, siamo sempre malinconici”

“Dopo dieci anni tra Australia, Germania e Uk torno a insegnare in Italia per ‘svecchiare’ l’università”

Ingegnere a Londra. “Avrei voluto restare in Italia, ma ho vissuto solo il girotondo di contratti a termine”

Pubblicitario a Londra. “Volevo imparare l’inglese e sono partito. In Italia la precarietà dei giovani è cronica”

“La vita da expat a Londra? Frustrante. Ma se in Italia c’è rassegnazione, qui puoi fare carriera”

Pianista in Portogallo. “Da quando sono all’estero mai avuto problemi di lavoro. Ai miei studenti dico: fate le valigie”
“A Dubai lavoro per un’azienda italiana. Ma ho nostalgia dell’Europa, qui è tutto troppo grande “

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×