Torino, il Salone del futuro con lo spettro del passato

Oggi l’inaugurazione con contraddizioni: editori riuniti, ospiti internazionali e grandi risultati sull’indotto. Anche se restano i guai finanziari della Fondazione e le inchieste
Torino, il Salone del futuro con lo spettro del passato

Il Salone del Libro di Torino comincia oggi la sua trentunesima avventura al Lingotto Fiere, declinato nel tema futuribile di “Un giorno, tutto questo” e con la Francia ospite d’onore. Lo fa con un’inaugurazione, stamattina, che sembra un blob di talk show un po’ offuscati. Ci saranno esponenti politici e istituzionali, insomma, associati nel vecchio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.