Polizia nelle banlieue e retate: quel che resta è ancora “L’odio”

Francia - Il regista Kassovitz, celebre per il film sulle tensioni nelle periferie, attacca gli agenti: “Bastardi”. Partono le denunce
Polizia nelle banlieue e retate: quel che resta è ancora “L’odio”

“7 grammi di cannabis, 24 poliziotti. Siete solo una banda di buoni a nulla, una banda di bastardi”. I tweet di Mathieu Kassovitz sono viscerali come il film diventato cult che lo ha reso famoso nel 95, La Haine. L’odio, in italiano. Non è la prima volta che l’attore e regista francese pubblica un tweet […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.