Corno d’Africa: la Storia fa i conti con la realtà

I giovani eritrei possono sognare la fine del servizio militare “a vita” indicato come motivo di fuga dalla quasi totalità dei richiedenti asilo in arrivo in Europa
Corno d’Africa: la Storia fa i conti con la realtà

Si sono animate di colpo giovedì mattina le strade assolate e semi deserte di Badme, il polveroso villaggio sulla linea di demarcazione fra Etiopia e Eritrea. Soldati dal volto segnato dal sole e da quella camminata poco marziale che contraddistingue tutti i militari d’Africa, sono saliti sui grandi camion verdi e dopo vent’anni anni hanno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.