L'intervista

Luciana Boccardi: “Il femminismo da aperitivo rende le donne kamikaze”

"Incoscienti" - La scrittrice-giornalista torna in libreria con “Dentro la vita”, il secondo capitolo della sua trilogia autobiografica. E se la prende con chi deresponsabilizza le “ragazze-vittime designate: la prudenza non ha nulla a che fare con la libertà. La nuova lotta civile femminile può essere combattuta solo al fianco della fascia evoluta del mondo maschile”

17 Novembre 2021

“Basta con le panchine rosa, le scarpette rosse, i braccialetti rosa o i muri di bambole, basta considerare le donne deboli, indifese, deresponsabilizzate, ‘vittime designate’. Il femminismo dei nostri giorni imita male quello vecchio”. Luciana Boccardi è in libreria dal 18 novembre con Dentro la vita, il secondo volume della sua trilogia autobiografica (partita con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione