Dodi Battaglia è un juke-box vivente dei Pooh, è un portatore sano di melodie, arrangiamenti, parole e storia dei quattro (o cinque) splendidi cinquantenni (non come età anagrafica, ma per durata del sodalizio). Dodi Battaglia ha sempre e ancora Tanta voglia di lei; di lei intesa come musica, così quando risponde, spesso intona, canticchia, cita, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Spendere tutto, ma spendere bene?

prev
Articolo Successivo

Dai Savi di Sion a quei Puffi da KKK: mondo di complotti

next