The Handmaid’s Tale fa pensare al mito di Sisifo. È dai primi episodi che June spinge il masso fin sulla cima della montagna e ogni volta è costretta a ricominciare da capo, a subire altri soprusi, altro dolore, altre sofferenze. Quanta violenza potrà sopportare ancora? E quanta ne potrà sopportare lo spettatore? Qualche risposta arriverà […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

“A casa tutti bene”, Muccino approda alla serialità

prev
Articolo Successivo

“Il pianeta notturno a colori”: i segreti degli animali quando brancolano nel buio

next