Nuove tecnologie

Vernici e cementi che assorbono lo smog funzionano davvero? Gli scienziati sono scettici

La “fotocatalisi”, una reazione studiata da almeno 30 anni in edilizia, produce particelle che sono in grado di neutralizzare i composti organici volatili  e i microbi. Ma per molti docenti l'inquinante deve "andare a sbattere alla parete", altrimenti l'effetto positivo non si verifica. Coprendo tutta Londra il monossido di carbonio si ridurrebbe dello 0,7%.

Di Riccardo Antoniucci
19 Gennaio 2021

Palazzi che assorbono lo smog. Muri che purificano l’aria eliminando inquinanti, virus e batteri. L’idea è suggestiva, soprattutto in tempi di pandemia e di sconvolgimenti climatici. Ma funziona davvero? La formula magica si chiama “fotocatalisi”, una reazione studiata da almeno 30 anni in edilizia, che produce particelle che sono in grado di neutralizzare i composti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.