Cinismo da set: “Subito dopo l’uragano Katrina convincemmo un operatore, appena atterrato in Florida, che per carenza di posti doveva condividere la stanza con una persona. ‘A un tizio è capitata una bella bionda’. In realtà, superata la soglia, si trovò davanti un lottatore di wrestling totalmente nudo. Impallidì. Non sapeva che era una comparsa”. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Mercato dei vaccini, s.o.s. ’ndrangheta

prev
Articolo Successivo

Che bellezza Saint-Just, “Arcangelo della morte”

next