La Spagna in emergenza

Lettera da Madrid: virus nei mattatoi e “guerra” ai privilegi della Chiesa

Anchein Spagna dilagano i contagi nell'industria della carne. Il governo pensa a misure drastiche come quelle prese in Germania. Intanto si discute sull'obbligo di pagare l'Imu per le strutture della Chiesa, questo mentre riaprono teatri e monumenti. E Almodovar cambia sceneggiatura.

Di Alessia Grossi
2 Luglio 2020

Con più di 50 focolai di coronavirus attivi e un tasso di crescita dei contagi pari all’8,8%, da quando Madrid ha allentato il confinamento, la Spagna ha anche riscoperto il problema – a questo punto non solo tedesco – delle pessime condizioni dei lavoratori delle aziende della lavorazione della carne. Siamo a Huesca, Aragona: di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui