La guerra si fa con gli stivali ai piedi, ma le rivoluzioni cominciano con le ciabatte in mano. Quelle che hanno sventolato i bielorussi durante le proteste di piazza contro “l’ultimo dittatore d’Europa”, Aleksandr Lukashenko, caudillo slavo al potere dal ’94, candidato per la 6ª volta, a 65 anni, alle elezioni presidenziali che si terranno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Isola d’Elba, pesci morti e fondali inquinati ma le ecoballe restano in fondo al mare per la burocrazia. Greenpeace: “Bomba ecologica”

prev
Articolo Successivo

Trappola Siria: il covid uccide la ripresa dopo 9 anni di guerra

next